Piano Assetto del Territorio (P.A.T.) Prima Variante

P.A.T. – Prima variante di adeguamento alla L.R. 6 giugno 2017, n. 14 “Disposizioni per il contenimento del consumo di suolo”

La presente Variante al P.A.T., da attuazione alla legge regionale n. 14/2017 che, all’art. 13 “Disposizioni transitorie”, comma  9, stabilisce che i Comuni provvedano alla individuazione delle aree di urbanizzazione consolidata entro 60 gg. dall’entrata in vigore della legge, ovvero entro il 24 agosto 2017.
Gli ambiti della “urbanizzazione consolidata”, sono definiti all’art. 2, comma 1, lett. e) della legge, come “l’insieme delle parti di territorio già edificate, comprensivo delle aree libere intercluse o di completamento destinate dallo strumento urbanistico alla trasformazione insediativa, delle dotazioni di aree pubbliche per servizi e attrezzature collettive, delle infrastrutture e delle viabilità già attuate o in fase di attuazione, nonché le parti del territorio oggetto di un piano urbanistico attuativo approvato e i nuclei insediativi in zona agricola”. Nel medesimo comma è precisato inoltre che gli ambiti di urbanizzazione consolidata non coincidono necessariamente con quelli individuati dal Piano di Assetto del Territorio (PAT);
 
Adozione e deposito:  
la Prima Variante al Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.) è stata adottata dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 25 del 31 luglio 2019.
In data 5 agosto 2019 la Prima Variante al Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.) è stata deposita in libera visione al pubblico per trenta (30) giorni consecutivi presso la sede del comune. Approvazione ed efficacia:
la Prima Variante al Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.)  è stata approvata dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 34 del 29 novembre 2019.
La Prima Variante al Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.)  è efficace dal giorno 25 febbraio 2020. Per consultare gli ELABORATI APPROVATI, della Prima Variante al Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.)  CLICCA QUI
torna all'inizio del contenuto