Bandi di gara e contratti

Comune di Quarto d'Altino
SERVIZIO DI BROKERAGGIO: AVVISO DI INDAGINE ESPLORATIVA DI MERCATO PER ACQUISIZIONE DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI BROKERAGGIO TRAMITE PROCEDURA COMPARATIVA MEDIANTE R.D.O. SUL MEPA

CIG Z673328049
Dettaglio
Stazione appaltante
Comune di Quarto d'Altino
Codice fiscale SA
84000970271
Sede di gara
Piazza San Michele, 48 Quarto d'Altino [2] (VE)
Importo
20.013,51€
Tipo importo
A base asta
Data pubblicazione/affidamento
01/10/2021
Data scadenza
16/10/2021
Tipo contratto
Servizi
Tipo amministrazione
Comuni
CPV
[66518100-5] Servizi Di Intermediazione Assicurativa
Scelta del contraente
AFFIDAMENTO DIRETTO
Criterio aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa
Allegati
Descrizione
AVVISO DI INDAGINE ESPLORATIVA DI MERCATO PER L?ACQUISIZIONE DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE DA PARTE DI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE A GARA TRAMITE PROCEDURA COMPARATIVA MEDIANTE R.D.O. SUL MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ME.PA)
Avviso Esplorativo affidamento Servizio Brokeraggio.pdf
ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
Allegato A) manifestazione interesse servizio brokeraggio.docx
Referente
Ufficio
RAGIONERIA
Responsabile
GASPARELLO FABIO
Comunicazioni
RISPOSTA AI QUESITI INOLTRATI


QUESITO n. 1 DEL 08.10.2021.
In merito alla procedura in oggetto, si chiede quanto segue:
considerato che le commissioni a favore del broker sono un dato che non influenza la formazione del premio (infatti in caso di riduzione della percentuale a favore del broker le commissioni rimangono alla rete agenziale e/o alla compagnia), la gara successiva alla manifestazione di interesse prevederà lo stesso un punteggio relativo al ribasso dell'aliquota provvigionale o sarà considerato solo un elemento di calcolo per quantificare l'importo della gara?
 
La gara successiva alla manifestazione di interesse prevederà ugualmente un punteggio relativo al ribasso dell'aliquota provvigionale ma tale ribasso verrà tabellato vincolandolo ad un minimo.

 
QUESITO n. 2 DEL 08.10.2021.
Con la presente siamo a evidenziarVi che, il requisito (di sotto riportato per Vostra comodità) richiesto per partecipare alla Vostra selezione a nostro avviso, non ci sembra rispetti  il principio del Favor Partecipationis cui una procedura pubblica ,  dovrebbe altresì ispirarsi (.C REQUISITO DI CARATTERE TECNICO PROFESSIONALE - Aver fornito il servizio professionale di Brokeraggio assicurativo (ai sensi dell’art. 106 e ss. del D.Lgs. n. 209/2005) in favore di almeno tre Enti Locali, di cui almeno uno con popolazione superiore a 10.000 abitanti, nel triennio 2018-2020).
Siffatto requisito infatti, risulta profondamente limitante del principio suddetto, poiché allo stato attuale, limita fortemente la partecipazione alla procedura di gara ad un numero limitato di operatori anche in considerazione del fatto che, circa il 70% dei Comuni italiani non supera i 5.000 abitanti  e Società come la nostra, che hanno ricevuto l’incarico da più di 40 Amministrazioni Comunali, con un numero di abitanti inferiori alla soglia richiesta, si vedono esclusa ogni possibilità di partecipare alla selezione.
In Italia, con il Codice degli Appalti (d.lgs. 50 del 18 aprile 2016) risulta evidente come la funzione pro-concorrenziale delle regole di evidenza pubblica sia divenuta il baricentro del sistema, accogliendo positivamente il monito europeo. Il principio del favor partecipationis è stato scolpito a chiare lettere nella disciplina legislativa.
L’articolo 30, comma 1, del Codice specifica che le stazioni appaltanti rispettino i principi di libera concorrenza, di non discriminazione, di trasparenza, di proporzionalità nonché di pubblicità. Il successivo settimo comma dello stesso articolo 30 dispone che “i criteri di partecipazione alle gare devono essere tali da non escludere le microimprese, le piccole e medie imprese”.
L’autorità aggiudicatrice, di conseguenza, è chiamata ad optare per chiari criteri di partecipazione che le consentano di determinare se l’offerente possieda o meno le capacità richieste per il contratto in questione.
Si richiede pertanto a codesta Spett.le Amministrazione Comunale, di voler sospendere i termini della procedura de qua e eliminare la previsione relativa alla intermediazione in favore almeno un Ente locale con popolazione superiore a 10.000 abitanti.
  
Premesso che l’Ente intende procedere all’affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo per il periodo dal 01/01/2022 al 31/12/2026, eventualmente rinnovabile per ulteriori anni due, mediante affidamento diretto ai sensi dell’art. 1, comma 2, lettera a) della L. 120/2020 che modifica e sostituisce fino al 31/12/2021 l’art. 36 comma 2, lett. a, del D.lgs. n. 50/2016, si precisa che:
  • si è optato ad una procedura comparativa mediante R.D.O. sulla piattaforma MEPA quale modalità di scelta del contraente per consentire all’Ente di trovare un operatore economico che meglio soddisfi alle sue esigenze, ferma restando la facoltà di annullare la procedura in atto ed affidare direttamente il servizio;
  • la giurisprudenza (Tar Lazio, Roma, Sez. II, sentenza del 23 luglio 2018, n. 8327) ha recentemente ribadito che “le stazioni appaltanti possono richiedere requisiti per garantire che gli operatori economici possiedano le risorse umane e tecniche e l’esperienza necessarie per eseguire l’appalto con adeguato standard di qualità”;
  • la direttiva 2014/24/UE prevede, con riferimento alle capacità tecniche e professionali, che “le amministrazioni aggiudicatrici possono imporre requisiti per garantire che gli operatori economici possiedano le risorse umane e tecniche e l’esperienza necessarie per eseguire l’appalto con un adeguato standard di qualità” (art. 58, paragrafo 4), così confermando l’impostazione secondo la quale la pubblica amministrazione, nel perseguimento del pubblico interesse, è giustificata nell’incentivare la partecipazione alle gare di soggetti particolarmente qualificati, con un bagaglio di conoscenze tecniche tali da poter svolgere al meglio le prestazioni oggetto di gara.
 L’Amministrazione non intende sospendere i termini della procedura de qua ed eliminare la previsione relativa alla intermediazione in favore almeno un Ente locale con popolazione superiore a 10.000 abitanti, scelta assunta nell’esercizio di un suo potere discrezionale

 
 
Data ultimo aggiornamento dei dati: 25/10/2021 11:34
torna all'inizio del contenuto