I.C.D. - IMPEGNATIVA DI CURA DOMICILIARE - (ex assegno di cura)

Responsabile del procedimento: Responsabile
  • Unità:Servizi Sociali
  • Responsabile dell'ufficio: Susanna Da Lio
  • Assessore di Riferimento: Raffaela Giomo
  • Dirigente di riferimento: Vania Moras
  • Telefono: 0422/826213 - 0422/826214
  • Fax: 0422-826256
  • Email: servizisociali@comunequartodaltino.it
  • Operatori: Rosa Giosofatto Francesca Serafin Wania Bellinato
Cos'è:
E’ un contributo economico regionale destinato alle persone non autosufficienti di qualsiasi età assistite a domicilio, alle famiglie che assistono persone non autosufficienti avvalendosi di assistenti familiari o persone affette da demenza, Alzheimer o demenza di altro tipo, accompagnata da gravi disturbi comportamentali. Il contributo aiuta a sostenere la famiglia nel proprio carico di cura della persona non autonoma.
 
A chi è destinato:
L’assegno è rivolto ai cittadini di Quarto d’Altino non autosufficienti, assistiti a domicilio in relazione alla ad un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE). La domanda può essere presentata in ogni momento dell'anno e rimane valida anche negli anni successivi se i requisiti non subiscono variazioni. Alcune informazioni vanno aggiornate periodicamente (ad es. l'Isee ha validità annuale). 
I benefici, se riconosciuti, decorrono dalla data della domanda.
 
Modalità di Attivazione:
A Domanda
 
Come si richiede:
La domanda può essere presentata dalla stessa persona non autosufficiente, se in grado, oppure da un familiare che sostiene il carico assistenziale. La procedura prevede che l'assistente sociale comunale e il medico di medicina generale compilino una scheda sul bisogno di assistenza e l'assistenza prestata. La scheda viene trasmessa alla Regione che, sulla base di criteri relativi al grado di non autosufficienza, formula, una graduatoria degli aventi diritto. I benefici, se riconosciuti, decorrono dalla data della domanda. La domanda deve essere presentata unitamente a: 
• attestazione Isee (Indicatore situazione economica equivalente); 
• nei casi di assistenza da parte di badanti, contratto di lavoro che deve essere almeno di 24 ore settimanali e i bollettini Inps attestanti l'avvenuto pagamento degli oneri previdenziali. La domanda può essere presentata in ogni momento dell'anno e rimane valida anche negli anni successivi se i requisiti non subiscono variazioni.
 
Spese a carico dell'utente:
nessuna
 
Dove rivolgersi:
Ufficio Servizi SocialI 
Assistente Sociale Dott.ssa Serafin Francesca 
Orario di apertura al pubblico: martedì e giovedì 8.30 – 12.00 
Tel. 0422/826201 
torna all'inizio del contenuto